mercoledì 3 maggio 2017

PETIT PAIN AU RAISIN (girelle di pasta brioche con crema pasticcera e uvette)

Buongiorno cari amici, dopo tanti mesi di assenza per un problema di salute, mi accingo a scrivere questo post anche se mi mancano le parole... Mi  siete mancate tantissimo, care amiche! Volevo ringraziarvi per il vostro affetto e per essermi state vicino in questo particolare momento della mia vita. Non è stato facile metabolizzare quello che mi è successo, ma grazie alla mia famiglia e a tutti voi sono riuscita a superare tutto.
Oggi volevo deliziarvi con un lievitato da colazione - sapete come io amo queste genere di lievitati! Per me è un vero piacere mettere le mani in pasta e realizzare dal niente qualcosa di fantastico, come questi deliziosi e irresistibili "Petit Pain Au Raisin". Sono soffici girelle di pasta brioche, profumate alla vaniglia e farcite con crema pasticcera e uvette. Sono una vera coccola di dolcezza sublime! Sono riuscita a tentarvi un po'? Io non ho saputo resistere al loro profumo e le ho assaggiate ancora tiepide: le adoro!
Una ricetta fantastica tratta dal bellissimo libro di Morena Roana,"Soffice soffice". Ho modificato leggermente la ricetta inserendo la farina multicereali al posto della 0, il latte di soia e diminuendo la quantità di lievito. Per il resto ho eseguito la ricetta passo passo.
Auguro a tutti voi un dolcissima settimana!
Con affetto, Laura <3





INGREDIENTI PER CIRCA 18 PEZZI:


600 gr di farina multicereali
240 ml di latte ( io di soia)
10 gr di lievito di birra
80 gr di zucchero
2 uova intere a temperatura ambiente
90 gr di burro morbido di ottima qualità
5 gr di sale
1 bacca di vaniglia bourbon

Per la farcia  :

250 gr di crema pasticcera
150 gr di uvetta

Per lucidare:

gelatina di albicocche





PROCEDIMENTO:

Preparare il lievitino sciogliendo il lievito in 180 ml di latte e aggiungere tanta  farina quanta ne basta per ottenere una crema; coprire la ciotola e lasciare riposare finché si gonfia.
In una planetaria con la frusta K, inserire il lievitino, le uova e 3 cucchiai di farina e mescolare bene.
Versare 3 cucchiai di latte e 3 cucchiai di farina e mescolare ancora.
Unire il latte rimasto, lo zucchero, i semi di una bacca di vaniglia e la farina rimasta a cucchiaiate.
Con l'ultimo cucchiaio di farina unire il sale, mescolare bene. A questo punto togliere la frusta K e inserire il gancio; impastare bene fino ad ottenere un impasto morbido ma incordato. Per ultimo incorporare il burro morbido poco per volta fino a farlo assorbire completamente. Si ricordi che l'impasto deve risultare morbido e setoso.
Rovesciare l'impasto sul piano da lavoro e fare tre serie di pieghe ogni 20 minuti. Pirlare l'impasto alla fine di ogni piega e coprirlo a campana con una ciotola. Oliare una ciotola capiente, inserire l'impasto, coprirlo con la pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio. In alternativa, è possibile lasciare lievitare l'impasto per un'ora e poi mettere in frigo per tutta la notte. Dopo il riposo in frigo, il mattino dopo portare il composto a temperatura ambiente lasciandolo fuori dal frigo per 30 minuti. Stendere il composto formando un rettangolo dello spessore di circa 7/8 mm. Coprire con un velo di crema pasticcera e cospargere con l'uvetta ammollata e asciugata.
Arrotolare dal lato lungo, avvolgere nella pellicola e riporre in frigo per un'ora.
Tagliare il rotolo a fette dello spessore di 2 cm, posizionare le girelle su carta forno, schiacciarle leggermente e metterle a lievitare per circa un'ora. Infornare a 180° per 15 minuti in modalità statica. 
Sciogliere nel microonde la gelatina con dell'acqua e, appena sfornati, usarla per lucidare le girelle.







sabato 18 febbraio 2017

CAKE CON YOGURT AL PISTACCHIO, GLASSA AL LIMONE E FRAGOLE

Buongiorno cari lettori, oggi vi delizierò con questa semplicissima cake con yogurt al pistacchio. Dovete sapere che ho una vera passione per i pistacchi, per questo ho voluto realizzare questa deliziosa cake. Ho pensato di decorarla con una glassa al limone,della granella di pistacchi e alcune fragole, trovo che si sposino perfettamente creando un'armonia di sapori perfetta! E voi cosa ne pensate? Io adoro questa meraviglia, così golosa e soffice come una nuvola! Vi ho incuriosito un pò?
Vi auguro una splendida settimana carica di dolcezza!
Con affetto,
Laura*_*  







INGREDIENTI:

200 g di farina di farro bio
50 g di farina di riso
125 ml di yogurt al pistacchio
100 ml di olio di girasole
180 g di zucchero
3 uova intere
1 bustina di lievito
1 fialetta d'aroma alla vaniglia o 2 cucchiai di estratto di vaniglia


Per la glassa al limone:
150 g di zucchero a velo
2/3 cucchiai di succo di limone bio



Per la decorazione :
5 fragole di media grandezza
granella di pistacchi qb
zucchero a velo

PROCEDIMENTO:

In una planetaria o con le fruste elettriche,
montare le uova intere con lo zucchero fino a farle diventare bianche e spumose.
Sempre continuando a montare, versare a filo lo yogurt, l'aroma e l'olio.
Setacciare le farine con il lievito e aggiungerle poco per volta al composto di uova senza smontarlo.
Imburrare ed infarinare uno stampo da 22 cm di diametro e 9 cm di altezza (per avere una torta più alta).
Versare la massa montata e cuocere la torta a forno caldo ventilato  a 170° per 45 minuti o secondo il vostro forno.
Controllare la cottura con uno stecchino di legno: se esce asciutto la torta è cotta.
Sfornare la torta e dopo 15 minuti toglierla dallo stampo. Farla raffreddare su di una gratella.

Per la glassa:
Versare lo zucchero a velo in una ciotola, aggiungere il succo di limone e mescolare con un cucchiaio fino ad ottenere una consistenza fluida.
Versare la glassa sulla torta ormai fredda,
partendo dal centro fino a farla colare lungo i bordi.
Per la decorazione:
Lavare ed asciugare le fragole tenendo il loro picciolo.
Con uno spelucchino intagliare le fragole a forma di ventaglio e disporle sulla torta.
Spolverizzare la torta con una manciata generosa di granella di pistacchi e zucchero a velo.  
   
Note:tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.


    



martedì 28 giugno 2016

TORTA MORBIDA ALL'ANANAS E PISTACCHI

Buongiorno cari amici, oggi per la colazione vi propongo una sofficissima torta all'ananas e granella di pistacchi! Un dolce meraviglioso che mi ha conquistato al primo sguardo...quando l'ho vista nel suo bellissimo blog, me ne sono innamorata. Immaginate di chi sto parlando...ma dai, della blogger più fashion del web!
La bravissima Enrica, in arte Chiara Passion con la sua splendida "torta soffice con le albicocche" .
Ho deciso di modificare la ricetta secondo i miei gusti utilizzando le fettine di ananas e la granella di pistacchi...un binomio perfetto di bontà e profumi dalla golosità sublime!
Provatela, è perfetta per la colazione e per la merenda di grandi e piccini.
Auguro a tutti voi una splendida giornata !
Un caro abbraccio, Laura <3<3<3






INGREDIENTI:

10 fette di ananas in succo naturale 
180 gr di burro molto morbido
4 uova 
200 gr di zucchero
200 gr di farina multicereali 
6 gr di lievito per dolci
1 limone biologico
60 gr di granella di pistacchi

PROCEDIMENTO:

Nella ciotola della planetaria inserire 100 gr di zucchero, 4 tuorli ed il burro morbido a pezzetti piccoli.
Mescolare con le fruste fino ad ottenere un impasto denso e cremoso.
In un'altra ciotola montare gli albumi, appena iniziano a gonfiarsi unire 100 gr di zucchero e continuare a montare fino ad ottenere una consistenza soda.
Incorporare poco per volta gli albumi montati al composto di uova , mescolando dal basso verso l'alto con una spatola di silicone.
Unire la farina setacciata con lievito e mescolare sempre dal basso verso l'alto senza smontare la massa. Profumare con la scorza del limone grattugiato .
Scolare bene le fette di ananas ed asciugarle con uno scottex.
Rivestire una teglia con della carta forno e stendere l'impasto in uno stratto sottile, posizionare le fette di ananas e spolverizzare con granella di pistacchi.
Cuocere a forno caldo preriscaldato a 170°C ventilato per 20/25 minuti. Fare sempre la prova cottura uno stecchino di legno: se esce asciutto la torta è cotta.
Fare raffreddare, spolverizzare di zucchero a velo e tagliare a quadrotti.





  Con questa ricetta partecipo al CONTEST "Ci offrite la colazione?" organizzato dal blog Ma come       cucini?! 








martedì 7 giugno 2016

PANE DI SEMOLA DI GRANO DURO CON BIGA

Buongiorno cari amici, ormai mi conoscete tutti e quindi sapete che adoro mettere le mani in pasta...
Per me è fantastico riuscire con pochi ingredienti a realizzare qualcosa di magico come il pane... solo chi prova a farlo può capire quanta gioia e soddisfazione dà questo magico prodotto! Panificare è un arte antica che si tramanda da generazioni e unisce tutti i popoli della terra!
Ho realizzato il pane con tante farine, con la segale, ai 7 cereali, al farro, ma il mio preferito rimane sempre il pane con la farina di grano duro...amore a prima vista, il suo profumo non ha eguali, è un pane che conquista anche i palati più raffinati! 
Oggi vi presento il mio fantastico pane, imponente, maestoso, fragante, profumato... come non innamorarsi di un pane cosi...è  una vera esplosione di sapori e profumi che ti lascia senza fiato... e adesso indossate il grembiule che andiamo a realizzare questa meraviglia! Cosa state aspettando? Vi prometto che sarà una splendida avventura ricca di grandi emozioni!!!
Auguro a tutti voi una splendida settimana ricca di gioia e tanto felicità. Prendetevi cura di voi stessi perchè la vita è degna di essere vissuta!







INGREDIENTI:

Per la biga:
300 gr di farina manitoba
150 ml d'acqua
2 gr di lievito fresco


Per l'impasto:
500 gr di farina manitoba
200 gr di farina di grano duro rimacinata
400 ml di acqua tiepida
20 gr di lievito fresco
20 gr di zucchero
20 gr di sale


PROCEDIMENTO:


Inserite nella planetaria la frusta K e gli ingredienti per la biga.
Impastate e lasciate riposare per 12 ore a temperatura ambiente ( io nel forno spento con la luce accesa).
Il mattino dopo procedete con l'impasto. Per prima cosa idratate la biga, inserendo nel contenitore che la contiene il lievito sbricciolato, lo zucchero e tutta l'acqua, e con una forchetta mescolate il tutto.
Versate le farine miscelate sulla spianatoia (o in una planetaria) e formate la fontana; aggiungete la biga e lavorate bene l'impasto fino ad ottenere una massa quasi incordata.
Aggiungete il sale fatto sciogliere in pochissima acqua, presa dal totale.
Procedete con l'incordatura finale, che si raggiunge quando la pasta risulta liscia e omogenea.
Lasciate riposare in una ciotola unta di olio e coperta per circa 30 minuti.
Riprendete la pasta, fate una serie di pieghe a libro ad intervalli di 10 minuti e finite con 1 piega a giro. Pirlate l'impasto e dategli la forma desiderata.  Adagiatelo in un cestino da lievitazione o una ciotola abbastanza capiente, avendo cura di inserire uno strofinaccio di cotone o lino spolverizzato con della semola di grano duro. Capovolgete l'impasto assicurandosi che la chiusura si trovi a testa in su. Spolverizzate di nuovo con la semola e avvolgete la pagnota con lo stofinaccio. Lasciate lievitare ancora per 20/30 minuti.
Adagiate le forme su una placca da forno rivestita da carta forno e cosparsa di semola, e con una lametta o un coltello ben affilato incidete la superficie del pane.
Inserite nell'ultimo ripiano del forno una teglia contenente qualche cubetto di ghiaccio cosicchè il vapore renda la crosta più morbida. Cuocete in forno statico preriscaldato a 200°.
Controllate la temperatura dopo 30 minuti tramite un termometro: se il cuore del pane ha raggiunto la temperatura di 93° la maglia glutinica è cotta.
Sfornate e lasciate raffreddare su una gradella in posizione verticale per favorire la fuoriuscita dell'umidità.

Note: La cottura del pane è in base alla pezzatura. 



“con questa ricetta  partecipo alla raccolta di Panissimo ideata da Sandra e Barbara questo mese                                                       ospitata da Sandra, Sono io Sandra 

                                                           Panissimo #42, la raccolta

martedì 31 maggio 2016

BISCOTTI ALLE MELE CON FARINA MULTICEREALI

Buongiorno dolcissimi amici, oggi vi delizierò con i miei fantastici biscottini di mele. Era tanto che volevo farli!
Questa non è una ricetta qualsiasi presa sul web, ma ho chiesto la ricetta direttamente alla pasticciera che lavora nel mio bistrot preferito! Sono rimasta piacevolmente sorpresa per la sua disponibilità nel segnarmi gli ingredienti  in un fogliettino volante, ma sorridendo mi dice:
"Il procedimento dovrai farlo tu"! Le rispondo che per me non è un problema, anzi è cosi bello creare dal niente, qualcosa di fantastico come questi meravigliosi biscottini! Naturalmente ho modificato la ricetta secondo i miei gusti, sostituendo la farina 0 con la multicereali bio, la vanillina con una bacca di vaniglia bourbon e la scorza di un limone di Sorrento, e utilizzando il burro di panna centrifugata. Voi non avete idea di quanto io  ami questi biscottini, sono deliziosamente sublimi, morbidi e profumati, un vero incanto! La dolcezza della mela si sposa perfettamenta con il profumo della vaniglia  e del limone, esaltando cosi la bontà di questo semplice biscotto! 
Auguro a tutti voi una splendida settimana!
Con affetto, Laura <3 




INGREDIENTI:

400 gr di farina multicereali bio
250 gr di burro morbido di panna centrifugata
150 gr di zucchero a velo
3 uova 
400 gr di mele golden delicius, lavate, sbucciate e tagliate a piccoli pezzetti
15 gr di lievito per dolci
la buccia grattugiata non trattata di un limone di Sorrento


PROCEDIMENTO:

In planettaria inserire la frusta K e montare il burro morbido con lo zucchero a velo.
Incorporare al composto la farina setacciata, le uova, i semi di una bacca di vaniglia e la scorza grattugiata del limone, le mele, e per ultimo il lievito.
Amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto morbido.
Lasciare riposare l'impasto per 30 minuti in frigo.
Rivestire  una leccarda con la carta forno. Con due cucchiai prelevare il
composto e cercare di fare delle chenell non tanto grandi. 

Cuocere a forno caldo ventilato a 200° C per 10 minuti finchè i biscottini non sono dorati.
Sfornare e lasciare raffreddare su di una gratella per dolci.
Conservare sotto una campana di vetro e consumare entro due o tre giorni.






Note: le mele si possono sostituire con gocce di cioccolato di buona qualità.


       CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST DI CUCINA IN CUCINA 
      "DI MAGGIO E GIUGNO" IDEATO DA BARBARA E OSPITATO DA LAURA                  "La ricetta nel cassetto" 








sabato 14 maggio 2016

FOCACCIA DOLCE ALLE MELE A LIEVITAZIONE NATURALE

Sapete quanto amo le torte di mele, allora mi sono chiesta perchè non realizzare una focaccia dolce ma con il lievito madre? E così sono andata alla ricerca di questa meravigliosa ricetta, leggendo gli ingredienti avevo già realizzato che sarebbe venuta così bella ma soprattutto buonissima, una focaccia così delicata, morbida  e profumata alle mele, per una colazione da sogno e una merenda fantastica per grandi e piccini! Una focaccia così deliziosa e sana non può mancare per un  meraviglioso picnic o per la colazione della domenica. Come promesso, cara Consu, questa meraviglia la porto da te che ospiti panissimo di Maggio!
Dimenticavo, la ricetta l'ho trovata sul ricettario della farina del Molino Chiavazza, leggermente modificata da me.
Auguro a tutti voi un  splendida  settimana! Vivete sempre con allegria ogni giorno della vostra vita, anche quando qualcuno vi ferisce sorridete!!!
Auguro a tutti voi uno splendido weekend!
Un dolcissimo abbraccio, Laura ^_^🌺🌸😉








INGREDIENTI:

200 gr di farina manitoba
300 gr di farina multicereali
150 gr di lievito madre*
80 gr di zucchero
30 gr di burro
2/3 mele medie golden delicius
300 gr di latte tiepido
un pizzico di sale.

* rinfrescato e al raddoppio



PROCEDIMENTO:

Prima di tutto vi consiglio di prepararvi tutti gli ingredienti, così quando andate a realizzare la focaccia li avete tutti a portata di mano.
In una ciotola della planetaria, inserite la frusta K. Sciogliete il lievito madre con la metà del latte tiepido. Togliete la frusta K ed inserite la frusta a uncino,unite le due farine setacciate, lo zucchero, il burro morbido, poco per volta il resto del latte e per ultimo il sale.
Dovete ottenere un impasto soffice e ben incordato.
Ribaltate l'impasto su un piano infarinato e datele una serie di pieghe a libro e poi a giro. Pirlate  l'impasto e mettetelo in una ciotola precedentemente oliata a lievitare fino al raddoppio(ci vorranno
circa 4 ore).
Imburrate  e infarinate uno stampo da crostata da 30 cm e alto 4 cm; stendete la sfoglia con uno spessore di 2 cm e lasciate riposare 1 ora coperto con un panno di lino.
Sbucciate le mele, tagliatele a fettine sottili e disponetele a raggiera sull'impasto.Spolverizzate con due
cucchiai di zucchero semolato e lasciate lievitare ancora una mezz'ora coperto sempre con un panno.
Cuocete a forno caldo ventilato a 180°C per circa 30/40 minuti o in base al vostro forno. La focaccia deve risultare dorata. Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella per dolci.
Provatela, sono sicura che il suo dolcissimo profumo e la sua bontà vi conquisteranno

Note: Io ho usato il mio lievito madre ma si può utilizzare il lievito madre secco (una bustina su 500 gr di farina).Se invece preferite ricorrere al lievito di birra fresco, 7 gr sono più che sufficienti.  Ricordatevi che meno lievito usate più lunga sarà la lievitazione. 
Con questa dose io ho realizzato una focaccia grande e due mignon.







"Con questa focaccia alle mele partecipo alla raccolta di Panissimo ideata da Sandra e Barbara e ospitata da Consuelo  per questo mese maggio"






CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST DI CUCINA IN CUCINA 
"DI MAGGIO E GIUGNO" IDEATO DA BARBARA E OSPITATO DA LAURA 

La ricetta nel cassetto



      

domenica 17 aprile 2016

BOCCONCINI DI PANE CON ALICI, ORIGANO E POMODORI SECCHI

Buongiorno cari amici, oggi vi lascierò una deliziosa ricetta di questi deliziosi bocconcini di pane con alici, origano e pomodori secchi.
Mi sono piaciuti subito quando li ho visti su i quaderni di ALICE CUCINA, il bimestrale "Buono Come Il Pane". Una splendida rivista su come realizzare il pane, grissini, cracker e fraganti bontà da realizzare in casa, con i consigli dei più esperti panificatori.
Ho realizzato questi bocconcini per l'aperitivo del giorno di Pasqua e li ho farciti con una crema di tonno e pistacchi, una vera delizia che si sposa perfettamente con questi deliziosi bocconcini di pane , così deliziosamente morbidi, fragranti e profumati, una vera delizia anche  per i palati più raffinati!
Adesso seguitemi in cucina che andiamo a realizzare questa meraviglia!
Auguro a tutti voi uno splendido week-end!
Con affetto, Laura <3


INGREDIENTI:

300 gr di farina multicereali
200 gr di manitoba
60 gr di olio extravergine di oliva
20 gr di zucchero
7 gr di lievito di birra fresco
10 gr di sale
60 gr di pomodori secchi
300-325 ml di latte tiepido
1/2 cucchiaino di malto (o miele)
1 cucchiaio di origano 
8 acciughe dissalate(o sott'olio)

Vi servono inoltre
1 uovo
olio extravergine di oliva


PREPARAZIONE:

 Sciogliere il lievito nel latte tiepido con il miele e fare riposare per circa 10 minuti;
nel frattempo setacciare insieme le due farine e inserire tutto nella ciotola della planetaria.
Versare il latte, poco alla volta, e amalgamare. Unire lo zucchero , l'olio e il sale per ultimo,
lavorare ancora l'impasto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
Coprire con la pellicola trasparente e fare lievitare fino al raddoppio del volume iniziale.
Tritate grossolanamente i pomodori secchi e le acciughe. trascorso il tempo di lievitazione , sgonfiare l'impasto, unire il trito di pomodori e acciughe, profumare con l'origano e impastare energicamente .
Coprire e fare riposare per circa 15/20 minuti. A questo punto ricavare tante palline da (circa 30 gr l'una) e formate i panini.
Disporre in  una teglia da forno, leggermente unta, e spennellare con l'uovo sbattuto. Fare lievitare fino al raddoppio del volume iniziale.
Infornare a 180/190°C e fare cuocere per circa 15 minuti, fino a doratura. Sfornare e far raffreddare su di una gratella, e servire accompagnati da una crema di tonno e pistacchi.




Con questa ricetta partecipo a Panissimo#40, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra,Sandra sono io Sandra  e Barbara, di Bread & Companatico Cakes and Co.

                 

                   CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST DI SABRINAINCUCINA "FESTEGGIA CON ME"